+39 0240700463 info@gsmsolution.it
Seleziona una pagina

Generali, offensiva di Mediobanca: sale al 17,2% con un prestito titoli

«Operazione a tutela dell’investimento» almeno fino all’assemblea del Leone. Distanziato il patto che raccoglie il 12,5%. Domani il comitato nomine

Mediobanca +0,24% sale, attraverso un prestito titoli, al 17,22% di Generali Ass +1,13%, e ci resterà almeno fino alla prossima assemblea del Leone, quella chiamata a deliberare sul rinnovo del consiglio di amministrazione della compagnia. Lo ha annunciato nella tarda serata di ieri Piazzetta Cuccia. Una mossa giunta proprio alla vigilia di un comitato nomine che già si preannunciava infuocato e che, dopo questa novità, lo sarà probabilmente ancora di più.

Il prestito titoli interessa 70 milioni di azioni Generali-

Chi Siamo

GSM Solution srl nasce e si sviluppa sul territorio “nazionale” dall’esperienza trentennale del suo fondatore e dal suo gruppo di lavoro. La struttura aziendale ha conosciuto vari step di crescita grazie al raggiungimento di obiettivi prefissati fino ad occupare un posto di rilievo nel mondo del recupero credito, senza sminuire la propria identità. GSM Solution si basa su tre valori portanti: competenza, strategia, trasparenza. Da questi elementi, che per noi sono determinanti, siamo riusciti ad ottenere risultati anche nelle situazioni di disagio estreme, aggiungendo umanità e disponibilità verso persone, che hanno subito momenti di grave difficoltà finanziaria e sociale. GSM Solution srl vuole essere un valido alleato sia per coloro che versano in un momento particolare della propria esistenza sia per i clienti che hanno un credito da recuperare. GSM Solution è la soluzione giusta per i tuoi affari!!!

Recupero crediti:

come funziona

Quella del recupero crediti è una vera e propria attività. Che tu sia debitore o creditore di un importo la cui scadenza è superata da tempo, saprai che il recupero crediti richiede un notevole impegno e spesso delle competenze dedicate a questa attività. Chi intende recuperare un credito nella speranza che questo non diventi inesigibile, può muoversi essenzialmente in tre modi:

  • agire in proprio, scrivendo al debitore oppure cercando di contattarlo telefonicamente o di persona;
  • rivolgersi ad un avvocato, ormai il recupero crediti è una specializzazione della professione forense;
  • rivolgersi ad una società specializzata nel recupero crediti, appunto.

Nel secondo e nel terzo caso, ovviamente, il recupero del credito diventa a titolo oneroso. Bisognerà dunque ragionare sull’entità del credito da riscuotere per decidere il da farsi. In sostanza se ti devono 100 euro potresti dover decidere che procederai da solo e magari per un limitato numero di tentativi, in modo da non perdere altro denaro nel tentativo di recuperare un credito esiguo.

Recupero Crediti stragiudiziale e giudiziale

Le diverse attività svolte per cercare di arrivare al pagamento del credito insoluto vengono di solito distinte in due fasi: in una prima fase, stragiudiziale, c’è un tentativo bonario di recupero crediti. Se le attività svolte durante la fase stragiudiziale non hanno portato a una soluzione, si passa alla fase giudiziale, con il ricorso al tribunale e il conseguente avvio dell’azione legale per il recupero del credito.

Quando il creditore non ha ricevuto il pagamento entro i termini e i solleciti sono rimasti inascoltati può chiedere l’intervento di una società di recupero crediti. Questa, solitamente, cercherà di recuperare quanto dovuto dal debitore arrivando a un accordo. Tipici tentativi di risoluzione della controversia sono lettere di sollecito, telefonate e, in ultima istanza, la messa in mora.

Con la messa in mora, comunicata tramite raccomandata A/R, si informa il debitore che se non salderà il proprio debito entro la data indicata nel documento si procederà al recupero del credito per via giudiziale.

Il ricorso in tribunale serve a ottenere un titolo esecutivo che autorizza il creditore al recupero forzoso del credito, tramite il pignoramento immobiliare dei beni del debitore.